…pensieri in movimento

Blog by Chiara Amato ©2012-2017 Nuvole Passeggere ...pensieri in movimento - All rights reserved

mercoledì 2 settembre 2015

Piccolo guerriero

"Alla nascita e alla morte di un bambino non si è mai pronti" (Wislawa Szymborska).


Quella foto. Un pugno nello stomaco. Sembra stia dormendo. Dolce, fragile. Ed invece la sua vita si è conclusa. Solo, indifeso. Chissà quanta paura ha avuto. Lontano dai suoi cari. Chissà se lo stanno cercando.
Sono inermi i bambini di fronte a tragedie più grandi di loro, come la guerra o la fame. Eppure a me sembrano dei piccoli guerrieri: a modo loro lottano e quando arrivano sulle nostre coste, li vedi persi, terrorizzati, ma salvi. Sopravvivere è la loro vittoria. E' la chance per crescere e costruire un futuro.
Lui, il bimbo ritrovato su una spiaggia della Turchia, quell'occasione non ce l'avrà perché ha perso la sua battaglia più importante senza avere la colpa di quanto accaduto. E stasera è come se anche io avessi perso qualcosa.


venerdì 21 agosto 2015

Stagisti in rivolta (good news)

"Il sistema degli stage si è infilato nelle fessure dei nostri codici morali e legali". A dirlo è stato David Hyde, il 22enne stagista all'Onu che ha vissuto in tenda durante il tirocinio senza essere retribuito. Di lui e molto altro racconta l'inchiesta 'Belli, bravi e manipolatori. La vendetta degli stagisti', pubblicata oggi da Il Fatto Quotidiano. Il sistema stage sta naufragando e all'estero si contano numerose cause intentate da tirocinanti sfruttati da aziende famose. E in Italia? Stavolta ci aggiudichiamo il fanalino di coda non solo nella tutela dei diritti degli stagisti, ma anche nel coraggio di denunciare gli sfruttatori. Per di più il sito della Cgil www.nonpiù.it, creato contro gli stage truffa, è stato chiuso. L'inchiesta però mostra che l'unione fa la forza e che un'altra idea di formazione professionale è possibile.
Chissà che un giorno lo stage sia ovunque il tramite per accedere al mondo del lavoro.


giovedì 30 luglio 2015

Cecil e la bestialità umana

Nel Parco nazionale Hwange dello Zimbabwe, il leone Cecil è stato prima ferito con una freccia, poi ucciso dopo quaranta ore di agonia, decapitato e scuoiato. Il tutto ad opera di Walter Palmer, dentista statunitense, durante una battuta di caccia non autorizzata.
Chi è la bestia?


sabato 30 maggio 2015

Estate

Nella profondità dell'inverno, ho imparato alla fine che dentro di me c'è un'estate invincibile. 

(Albert Camus)

martedì 14 aprile 2015

Perugia

I passi, uno dopo l'altro, si ripetono e non sono mai uguali. Una città, molti giorni, tante cose viste, fatte, smontate e ricostruite. Tu, una valigia, un pensiero felice ad affacciarsi, che saluta quello che resta del tempo passato. Ciao Perugia, sono tornata. 

sabato 21 marzo 2015

"Roma per sempre", viaggio nelle emozioni della città eterna

C’è una Roma che non t’aspetti nelle storie di Marco Proietti Mancini.
È la fotografia di una città raccontata in molte opere. Dall’arte alla storia, dalla letteratura al cinema. Un libro in cui con originalità, tratto tipico del suo stile, lo scrittore regala un qualcosa in più: Roma per sempre. Storie quotidiane della città eterna (Edizioni della Sera) diventa una guida emozionale. Non solo un itinerario nei luoghi della Capitale, di cui l’autore racconta le origini e gioca con la storia, ma anche un percorso che abbraccia le vite dei personaggi. Sono proprio i protagonisti dei trentuno racconti che dipingono Roma di gioia, passione, dolore. La raccontano nelle abitudini e nelle vicende odierne. Sono i tanti volti della semplice e forte quotidianità che tocca le corde di ognuno di noi: un figlio che ricorda i suoi genitori, un giovane che ha perso la propria compagna, la felicità di quattro amici che si ritrovano dopo anni.
Johann Wolfgang von Goethe scriveva che “solo a Roma è possibile comprendere Roma”. Un’espressione che sposa bene l’essenza di questo libro e di ciò che Mancini vuole comunicare. Roma è bella e unica perché, se la vivi, anche solo per un giorno, ti accorgi che i suoi panorami ti catturano. “Piazzale Flaminio. Siete mai riusciti a passarci senza guardare, anche solo per un’occhiata veloce Piazza del Popolo?”, si legge in uno dei racconti. Io non ci sono mai riuscita.
Le storie di Roma per sempre compongono un puzzle in cui è bello perdersi. Un sodalizio tra parole, luoghi e sensazioni. Provate a leggerle tra i giardini di Villa Borghese. Una passeggiata nella città si vestirà di un colore insolito: Trastevere e il brulicare di persone, il via vai nei locali all’aperto nelle serate che preannunciano l’estate. Il panorama di Piazza del Popolo da Piazzale Napoleone, sul Pincio: quante meraviglie riuscite a scorgere da quell’altezza? Questo libro vi aiuterà a rispondere: basta portarlo con sé in un week-end da dedicare alla città.

(Uno stralcio di questo articolo è stato pubblicato sulla rivista Donna Moderna nella rubrica "Amiche di salvataggio")

lunedì 23 febbraio 2015

About a feeling

È superfluo vantarsi di essere chissà chi, di capire, sapere, aver fatto chissà cosa quando, poi, s'inciampa incrociando gli altri sulla propria strada. Quando comportarsi male è l'unico mezzo di confronto che si conosce. Tutto l'ego di cui si parla e straparla non conta perché nei ricordi delle persone resterà soltanto come le hai fatte sentire. Che sia per una stretta di mano, un'estate, un legame indissolubile, una vita.


giovedì 1 gennaio 2015

2 0 1 5

Nessuna parola che non faccia rumore. Sguardi, sorrisi, abbracci sinceri. Essere più forti del tempo che passa, del timore di cadere, della paura di perdere chi ami. Tuffarsi con coraggio, avere passione. Lottare senza stancarsi d'inseguire una stella. E' tutto ciò che resta di un desiderio di ieri. E' tutto quello che già vorresti domani.